fanpage.itFanpage è la testata che mi ha permesso di iniziare a fare della comunicazione della scienza una professione. Nel 2011 Fanpage.it era agli inizi dell’avventura editoriale che l’avrebbe portato a diventare il primo quotidiano online in Italia per numero di lettori. Tra i tanti “canali” su cui il quotidiano intendeva puntare spuntava la Scienza. La redazione, che dalla fondazione ha sede a Napoli nello splendido borgo di Santa Lucia, era in cerca di un collaboratore per l’area scientifica, e i miei – allora modesti – trascorsi come articolista per riviste e, soprattutto, l’esperienza in corso con il progetto dell’Osservatorio Apocalittico, esperimento di divulgazione scientifica per smentire le bufale sulla fine del mondo, convinsero i caporedattori ad affidarmi l’incarico, in affiancamento a Nadia Vitali, allora l’unica redattrice fissa dell’area Scienze. La mia collaborazione, iniziata nel settembre 2011 con un articolo di approfondimento sulla notizia che in quei giorni aveva fatto il giro del mondo, i cosiddetti “neutrini superluminali” (poi rivelatasi infondata), è proseguita fino all’ottobre 2013. Agli editoriali e ai pezzi di approfondimento lunghi e dettagliati ho affiancato nel tempo articoli più brevi e redazionali. I due anni di collaborazione con Fanpage.it mi hanno permesso di approfondire numerosissimi temi, scrivendo centinaia di articoli e perfezionando le mie tecniche giornalistiche. Alcuni dei miei contributi hanno ricevuto decine di migliaia di condivisioni e mi fa piacere scoprire che ancora oggi sono commentati dai lettori.